Esercizi

La sezione Esercizi, si trova all’interno della voce di menu “Gestione” e permette di:

  • Visualizzare gli esercizi del condominio
  • Chiudere contabilmente le varie gestioni in modo

Come aggiungere un nuovo esercizio

Dopo aver selezionato il condominio, cliccare l’icona , selezionare una tra le tipologie disponibili dare una denominazione e inserire le date di inizio e fine esercizio. 

Per gli esercizi ordinari successivi al primo sarà necessario selezionare un “esercizio precedente collegato” in modo che alla chiusura di uno vengano generati in automatico i saldi di fine gestione e travasati nel successivo.

Per sfruttare la funzionalità della rendicontazione e per indicare le coordinate su cui far confluire le rate legate all’esercizio che si sta creando, andrà associato il conto bancario/postale precedentemente inserito nell’anagrafica del condominio.

Per fare ciò, basterà selezionare il conto dalla select “seleziona conto avvisi/bollettini”. 

NB. il conto avvisi sarà sempre cliccabile mentre quello dei bollettini sarà cliccabile solo se al condominio è associato con conto corrente postale.

All’apertura di ogni nuovo esercizio straordinario/gestione/ausiliario verrà richiesto anche se si  vuole selezionare un esercizio da cui copiare le tabelle millesimali o si desidera procedere ad inserirle a mano.

NB. prestare attenzione alle date che vengono scelte. Se si seleziona la medesima data di apertura e chiusura esercizio il sistema non sarà in grado di creare un piano rateale.

Tipologie di esercizi

Sono disponibili le seguenti tipologie di esercizi:

  • Ordinario: per la gestione annuale ordinaria. Le date possono avere durata personalizzata, ma ogni ordinario prevede un ordinario successivo che abbia data di inizio uguale alla data di fine del precedente.
  • Straordinario: può avere durata personalizzata, indipendente da ogni altro esercizio. I saldi finali possono confluire in qualsiasi altro esercizio aperto. Non prevedere la registrazione di movimenti fuori le date di apertura e chiusura.
  • Gestione: utilizzato per la gestione del riscaldamento, ad esempio, ha durata personalizzata, permette di travasare i saldi in un’altro esercizio “gestione” che può però avere data di apertura anche non subito successiva a quella di chiusura del precedente.

Come chiudere un esercizio

Dalla lista degli esercizi creati per il condominio selezionato cliccare sull’icona in corrispondenza dell’esercizio che si vuole chiudere.

Una volta entrati del dettaglio, cliccare sul bottone “chiudi contabilmente”. Se l’esercizio che si sta chiudendo non è di tipologia ordinaria, il sistema chiederà su quale esercizio riversare i saldi generati.

Esercizio Utility

L’esercizio Utility entra a far parte del listato degli esercizi disponibili nel momento in cui nella sezione gestione>saldo vengono inserite spese fatture degli anni precedenti.

Come spiegato nella sezione dedicata, il saldo dei fornitori può essere gestito inserendo o un importo cumulativo o le singole fatture/spese non pagate negli anni precedenti. Scegliendo questa seconda opzione, il sistema provvederà a creare l’esercizio di appoggio alle fatture chiamato appunto “Utility”.

NB. l’esercizio Utility non può essere cancellato.

Gli stati degli esercizi

Gli esercizi possono assumere diversi stati a seconda delle azioni che si fanno sugli stessi o della loro durata:

  • Aperto: esercizio che non ha superato la data di scadenza e che è ancora in gestione a livello contabile;
  • Chiuso: quando l’esercizio ha superato la data di scadenza, ma ancora può essere gestito a livello contabile;
  • Chiuso/Saldato: un esercizio che è stato chiuso contabilmente assume lo stato di saldato. Per saldare un esercizio basterà cliccare su modifica e all’interno cliccare sul bottone “chiudi contabilmente”. 

NB. una volta chiuso l’esercizio contabilmente non si potrà più aprire.

Come eliminare un esercizio

Accanto ad ogni esercizio creato vi è un’icona che permette di cancellarlo. Questa cancellazione può avvenire a determinate condizioni. L’esercizio in questione, infatti, non potrà essere cancellato se avrà un preventivo collegato. Per procedere dunque alla sua cancellazione bisognerà prima eliminare il preventivo associato.